Come e dove mangiare in viaggio?

per quest’anno non cambiare stessa spiaggia stesso mare…”

Come diceva la famosa canzone, una volta la tradizione della famiglia tipo voleva che si andasse in vacanza sempre nello stesso posto,  dove si conoscevano  i ristoranti, i mercati, i negozi alimentari giusti….ma oggi il mondo è globale, dinamico, pieno di input ed immagini, grazie anche ai costi di viaggio minori,  le nuove generazioni hanno voglia di scoprire nuovi posti e cambiano spesso  le destinazione dei viaggi, abitudini, cercando nuovi cibi e ristoranti, a questo punto il mangiare bene in viaggio diventa una mission, un’avventura che molte volte se non ben organizzata può presentare brutte sorprese come conti salati e pessimo cibo.

Dove mangiare e come mangiare in viaggio potrebbero rimanere domande senza risposta! Nessuno vorrebbe trovarsi nella situazione di vacanza in cui si passa di giorno in giorno tra i peggiori bar di Caracas per poi  trovare il ristorante giusto o il contadino fidato dove comprare prodotti locali solo gli ultimi giorni di vacanza! Allora ecco qualche consiglio di viaggio per scegliere dove e come mangiare bene in viaggio durante la Vs. prossima vacanza da vero food lover!

1) Comprare prodotti locali  a km zero

Siete arrivati da un lungo viaggio, scaricate la macchina o i Vs. bagagli e vi fiondate a fare la spesa, non sapete dove sbattere la testa e vi fidate del primo supermercato che trovate vicino casa. Dopo aver pagato il conto uscite con i capelli diritti e gli occhi spalancati a palla! Il budget giornaliero è andato a farsi benedire, quello settimanale quasi e probabilmente la cena sarà mediocre; ecco Keep calm e fate un respiro profondo! Prendete il Vs. fido smartphone, digitate sia su Google che su Google map le seguenti parole “mangiare dal contadino (seguito dalla località) oppure “aziende agricole (seguito dalla località)”, o “comprare dal pescatore”, visitate i loro siti se li hanno, verificate se ci sono feedback in rete, fateci un giro in macchina e la spesa è servita!

Che dite,  siete all’estero e non sapete come fare? Provate a tradurre le frasi sopra proposte  con il traduttore online nella lingua locale, copiatele in google map e nel motore di ricerca come sopra, vedrete che avrete delle buone soddisfazioni!

2) Visitate i mercati di cibo locali

I mercati sono bellissimi, racchiudono l’anima antica dei locals, le loro ricette e tradizioni gastronomiche oltre che culturali, informatevi sul migliore mercato in zona per mangiare bene in viaggio e spendere il giusto.

Una volta alle bancarelle parlate non siate timidi e parlate con il venditore, potrebbe riservati delle sorprese! Infatti molte volte nei paesi di provincia il produttore partecipa direttamente ai mercati! Vi potrebbero invitare a seguirli in azienda e scoprire i tesori di cibo locali.

Se siete in una località marittima e volete ovviamente mangiare il pesce fresco, l’ideale sarebbe comprare direttamente al porto dai pescatori per essere sicuri che il pesce sia fresco e con prezzi vantaggiosi. Se non trovate i pescatori e comprate al mercato assicuratevi della provenienza del pesce e che sia territoriale, bastano pochi accorgimenti per capire veramente se il pesce è fresco senza prendere fregature ecco come:

guida per come riconoscere il pesce fresco

All’estero spesso nelle grandi città, ci sono fantastici mercati food (food market) al coperto con prodotti locali di grande qualità, qui i prezzi di solito non sono economici come dal produttore, ma la qualità è in genere elevata.

3) Evitare i ristoranti del centro turistico

In genere i ristoranti nelle piazze o strade principali sono cari o comunque turistici, controllate il menù all’esterno, evitate come la peste chi vi propina le varie carbonare o spaghetti alla Bolognese e non siete né a Bologna ne a Roma. cercate di entrare in ristoranti con menù tipico locale e controllate la carta dei vini, anche questi rigorosamente locali anche se qui qualche eccezione è permessa.

4) Pianificate prima i punti di interesse food

Come pianificate i monumenti da visitare e l’itinerario della vacanza, cercate le principali food experiences per mangiare bene in viaggio e prenotatele con anticipo, informatevi sui prodotti tipici del territorio ed eventuali produttori che si sono differenziati per la qualità dei propri prodotti o per la particolarità della loro storia.

5) Prenotate i ristoranti prima di partire

Se siete in vacanza in località rinomate ed affollate(come ad esempio Ibiza) la prenotazione in genere è d’ obbligo , sopratutto se il ristorante è famoso per il suo buon mangiare, allora prenotate con largo anticipo ancora prima di partire e così non vi salirà la bile agli occhi come quando al telefono vi rispondono tutto esaurito grazie!

6) Chiedete ai locals

Sembrerà ovvio ma ormai con internet tutti abbiamo perso anche le vecchie buone abitudini, se avete prenotato tramite arbnb chiedete al proprietario qualche indicazione e verificatele con le recensioni di tripadvisor, confrontatele con i siti dei locali, fatevi un giro e controllate i menù come consigliato nella ns. guida. Se siete in albergo fatevi consigliare da qualche negoziante, meglio se di piccole botteghe ben radicate nel quartiere e da anni sul territorio.

Ecco quindi i punti fondamentali per cercare di mangiare bene in viaggio, non dimenticate di segnalarci posti o situazioni che ritenete interessanti per la condivisione sul Ns. blog o il racconto del diario del viaggio vissuto!

Condividi la tua food experience!